CIO’ CHE FACCIAMO, LO RACCONTIAMO

Magazine

CIBUS 2021: la ripresa dell’export inizia dalla fiera dell’agroalimentare

La scorsa settimana si è conclusa la XX edizione del Cibus di Parma, la fiera dedicata alla catena dell’industria agroalimentare. Si è trattato della prima manifestazione in presenza dal 2018 e il responso in termini di numeri è stato più che positivo: circa 2.000 espositori e 40.000 operatori commerciali hanno preso parte all’evento.

Tra i prodotti presentati, i protagonisti sono stati i grandi classici del Made in Italy, ovvero i prodotti che tengono alto il nome dell’italianità nel mondo. Un esempio? Il Parmigiano Reggiano.

E proprio con il famoso formaggio emiliano anche Octagona, insieme al Consorzio Vacche Rosse, ha partecipato al Cibus di Parma. Con loro, abbiamo potuto respirare l’entusiasmo e la passione per un prodotto storico come il Parmigiano derivato dalle Vacche Rosse.

Il clima che si percepiva all’interno della fiera era quello dell’Italia che vuole puntare su uno dei suoi settori trainanti per la crescita economica: 154 miliardi di euro di fatturato atteso entro fine anno, l’8% in più rispetto al 2020, è un numero di tutto rispetto.

Inoltre, risulta realistico pensare che si raggiungerà la quota dei 40 miliardi di export per il settore alimentare, cui si sommeranno i 10 miliardi dell’agricoltura. L’obiettivo dei 50 miliardi sarà realizzato quest’anno ed è un ottimo segnale del fatto che l’economia stia ripartendo.

In questo contesto, le fiere avranno un ruolo centrale nella crescita delle imprese italiane. Octagona può affiancare la tua azienda a questi eventi, mettendo a disposizione la propria esperienza per prendere decisioni strategiche internazionali di successo per la crescita del fatturato. Vuoi scoprire come? Clicca qui sotto, compila il form e ti contatteremo per ascoltare la tua idea e studiare insieme la migliore soluzione:

Se vuoi approfondire il contenuto di questo articolo