CIO’ CHE FACCIAMO, LO RACCONTIAMO

Magazine

Breaking news: “Economic Stimulus Package 3.0” per la ripresa dell’economia indiana nel post Covid-19

Il Ministro delle Finanze indiano ha recentemente annunciato il Financial Stimulus Package 3.0 – ‘Aatma Nirbhar Bharat’ (Self Reliant India) per rilanciare l’economia indiana dopo la pandemia Covid19, composto da 12 “Stimulus Package”. Di seguito i principali:

Creazione di un sistema di garanzia delle linee di credito d’emergenza per le PMI, le imprese e i privati (prestiti per scopi commerciali). Il Credito Garantito istituito per il sostegno ai settori in difficoltà servirà per garantire un credito addizionale al 100%, senza garanzie collaterali, a tassi d’interesse limitati, a favore di entità in 26 settori definiti in difficoltà, più il settore sanitario

17 miliardi di euro di incentivi vengono offerti a 10 settori per promuovere la produzione nazionale, le esportazioni e la creazione di posti di lavoro. Tra i settori inclusi: la produzione “mobile”, i componenti elettronici specifici, gli ingredienti farmaceutici attivi (API), la produzione di dispositivi medici, il settore automobilistico.

– Sostegno finanziario di 8 miliardi di euro per per promuovere l’agricoltura e l’occupazione rurale.

Incentivo per le esportazioni attraverso il rilascio di 400 milioni di euro per progetti a sostegno di ferrovie, energia, trasmissioni, strade e trasporti e componenti per auto.

– Un ulteriore esborso di 1,2 miliardi di euro sarà destinato a investimenti di capitale e spese industriali in materiale per la difesa nazionale, per il settore industriale, per le infrastrutture industriali e per progetti di energia verde.

Un contributo R&D del valore di 110 milioni di euro per la missione “Covid Suraksha” per la ricerca e lo sviluppo del vaccino Covid indiano.

– È in fase di lancio inoltre un nuovo programma per l’occupazione al fine di incentivare la creazione di posti di lavoro durante la fase di ripresa dal Covid 19. Il Governo Modi fornirà sussidi per due anni per i nuovi dipendenti idonei e per i dipendenti che hanno dovuto abbandonare il proprio lavoro a causa della pandemia.

Con 600 imprese italiane sul territorio e oltre 23.000 persone occupate, l’India rappresenta ormai un partner commerciale consolidato per l’Italia. Queste misure rappresentano quindi, anche per le aziende italiane presenti in India, una grande spinta alla ripresa economica, soprattutto in alcuni settori.

Le misure annunciate dal governo indiano, però, sono piuttosto ampie e potrebbero non essere applicabili a tutte le imprese, sia private che pubbliche. Se avete bisogno di ulteriori informazioni o se avete domande specifiche in riferimento alle misure dello “Stimulus Package”, potete contattare il nostro team.

Se vuoi approfondire il contenuto di questo articolo