CIO’ CHE FACCIAMO, LO RACCONTIAMO

Magazine

SIMEST, SALGONO I MASSIMALI dei finanziamenti agevolati relativi al Patto per L’Export

SIMEST (Gruppo CDP): salgono i massimali dei finanziamenti agevolati per rendere più competitive le imprese italiane all’estero.
Lo strumento è stato rimodulato per fornire maggiori risorse alle aziende che vogliono internazionalizzarsi, con dei nuovi limiti di finanziamento che lo rendono appetibile anche a MidCap e grandi imprese

I nuovi importi massimi consentiranno alle aziende di beneficiare di maggiore liquidità per i propri investimenti oltre confine, sia in termini assoluti che in proporzione ai propri limiti dimensionali
(fatturato o patrimonio netto a seconda dello strumento) rendendo, di fatto,
i finanziamenti agevolati più allettanti anche per le MidCap e le grandi imprese.
Quest’ultima misura va ad aggiungersi alle altre due novità già operative da metà Giugno,
che vedono per tutto il 2020 le aziende richiedenti esentate dall’obbligo di prestazione di garanzie per accedere al finanziamento ed abilitate a ricevere fino al 40% della somma richiesta a fondo perduto
(per un massimo a fondo perduto di 100 mila Euro), con la restante parte da restituire a media-lunga scadenza e a tasso agevolato (pari a Luglio allo 0,085% annuo).
Infine, entro l’estate, l’ampia gamma di novità introdotte dal “Decreto Rilancio” in risposta alla crisi post-Covid19 verrà integrata dall’estensione dell’operatività dei finanziamenti anche a progetti intra UE e dall’ampliamento delle spese e della tipologia di imprese finanziabili.

Di seguito, strumento per strumento, i nuovi importi che da oggi le imprese possono richiedere a SIMEST.

Patrimonializzazione: raddoppia da 400 mila a 800 mila Euro il tetto di questo finanziamento dedicato alle imprese che esportano e che, rispetto agli altri, non ha una destinazione d’uso specifico. 
Lo strumento si trasforma quindi in una vera e propria iniezione di liquidità a medio-lungo termine
(6 anni di cui 2 di pre-ammortamento).

Inserimento Mercati Esteri: 4 milioni di Euro – rispetto ai precedenti 2,5 milioni – sono l’importo massimo che SIMEST può concedere alle aziende relativamente alle spese di apertura di un negozio, corner, showroom,
ufficio o centro assistenza post vendita all’estero.

Studi di fattibilità: questo strumento, che copre fino al 100% le spese connesse alla redazione di studi di fattibilità collegati a investimenti produttivi o commerciali all’estero, vede l’importo massimo salire da
150 mila a 200 mila Euro per studi collegati a investimenti commerciali, e da 300 mila a 350 mila Euro
per studi collegati a investimenti produttivi.

E-Commerce: le imprese che vogliono sfruttare le potenzialità del commercio elettronico possono accedere ad un finanziamento che sale da 300 mila a 450 mila Euro per la realizzazione di una propria piattaforma on-line e da 200 mila a 300 mila Euro per l’adesione ad un marketplace fornito da soggetti terzi.

Fiere, Mostre e Missioni di Sistema: sale da 100 a 150 mila Euro il massimale per coprire fino al 100% le spese preventivate per area espositiva, logistiche, promozionali e per consulenze connesse alla partecipazione a fiere/mostre internazionali, incluse le missioni di sistema promosse da MISE e MAECI e organizzate da ICE Agenzia, Confindustria e altre istituzioni e associazioni di categoria.

Scarica la guida gratuita alla costruzione del Piano Export, per saperne di più : clicca qui per scaricare la guida
 
Per ulteriori informazioni e se volete discutere delle opportunità offerte
potete inviare un’email ad octagona@octagona.com oppure tramite il form contatti del sito

I nostri esperti possono aiutare la tua impresa a raggiungere nuovi clienti all’estero e dare nuove e vincenti opportunità alla tua azienda

I nostri riferimenti :

Giuseppe Reggiani | g.reggiani@octagona.com | +39.059.9770184
Rita Malavasi | r.malavasi@octagona.com | +39.345.7122476
Alessandro Fichera | a.fichera@octagona.com | +39.328.2123458


Se vuoi approfondire il contenuto di questo articolo